XVIII secolo: lo spirito del “cabinet delle curiosità”

Il 1700 e le macchine

Il 18 ° secolo è il festival di bellissime e nuove macchine. In questo periodo siamo nello spirito delle “curiosità del cabinet”, che non impediscono ai meccanici o agli orologiai di competere nell’ingegnosità per realizzare macchine funzionali. È anche lo Spirito dell’illuminismo e la volontà di diffondere la conoscenza attraverso le Enciclopedie.
Nel 1735, l’Accademia delle Scienze incarica l’ingegnere Jean-Gaffin Gallon di riunire in una raccolta tutte le descrizioni delle macchine che ha approvato durante le sue sessioni. In totale, 6 volumi appariranno tra il 1735 e il 1754 più un postumo nel 1777. Si trova naturalmente in questo tomo anche la macchina di Pascal, ma anche quella di Lépine, di Hillerin de Boistissandeau.

In area tedesca

Sul lato “tedesco”, Jacob Leupold ha scritto un enorme lavoro di sette volumi sulle tecniche delle macchine del tempo: il Theatrum Machinarum. Nel suo ultimo volume, il “theatrum arithmetico-geometrum”, una buona parte è dedicata a metodi computazionali, strumenti e macchine aritmetiche. Troviamo la macchina Grillet, quella di Leibniz, di Poleni per esempio.
Leupold descrive anche due delle sue invenzioni, inclusa una macchina aritmetica simile nella forma alla macchina di Braun, ma con un meccanismo diverso . Non abbiamo registrazioni della sua macchina. È possibile che non abbia avuto il tempo di fabbricarlo, avendo prevalso la morte nel 1727, lo stesso anno del suo ultimo volume di Theatrum machinarum.

Altre macchine di calcolo

Qualche anno dopo, nel 1750, Vayringe costruì una macchina usando il principio dell’allenatore di Leupold. Il sistema è allo stesso tempo diverso dal cilindro Leibniz e diverso dal trainer a denti variabili trovato sulla macchina Braun. È un allenatore, chiamato “contatto intermittente”. Per riassumere, abbiamo un rack di 9 denti che si muove avanti e indietro di fronte a ciascun totalizzatore. A seconda del numero inserito dall’operatore, il rack rimarrà in marcia più o meno lungo e trasmetterà fino a 9 unità al totalizzatore.