Calcolatrici tascabili e calcolatrici con nastro

Calcolatrici tascabili

Tra i maggiori marchi di calcolatrici tascabili troviamo le calcolatrici Sharp e Casio che indubbiamente sono le più note tra gli studenti, anche per il fatto che offrono tantissimi modelli di calcolatrici, sia con funzioni elementari che come calcolatrici scientifiche quindi utilizzate nelle scuole superiori e all’università nelle facoltà scientifiche.

Calcolatrici con nastro

Le calcolatrici con nastro invece sono le calcolatrici scriventi, molto usate negli uffici e nelle aziende, per seguire al meglio la contabilità e potere sempre avere un riscontro di quanto digitato grazie al pratico nastro allegato dove si stampa quello che si digita come operazioni matematiche.

Per tutte le esigenze

Le calcolatrici Sharp e Casio sono molte anche per questa tipologia, e offrono vari modelli di calcolatrici scriventi per tutte le esigenze di ufficio o anche per un negozio. Questo tipo di calcolatrici sono anche dette professionali proprio per il fatto che sono utilizzate nelle varie realtà lavorative dove si deve porre molta attenzione ai calcoli effettuati e anche se si devono fare preventivi, sconti e offerte o verifiche contabili e c’è bisogno di uno strumento in grado di venire in nostro aiuto per non sbagliare e avere un risultato corretto.

Tutte queste calcolatrici scriventi sia Sharp che Casio, hanno un pratico display LCD retroilluminato per una ottima leggibilità, che contiene fino a 12 cifre ed è a due colori.

Le macchine sono anche dotata di funzione di stampa su nastro e di altre funzioni utili.

XVIII secolo: lo spirito del “cabinet delle curiosità”

Il 1700 e le macchine

Il 18 ° secolo è il festival di bellissime e nuove macchine. In questo periodo siamo nello spirito delle “curiosità del cabinet”, che non impediscono ai meccanici o agli orologiai di competere nell’ingegnosità per realizzare macchine funzionali. È anche lo Spirito dell’illuminismo e la volontà di diffondere la conoscenza attraverso le Enciclopedie.
Nel 1735, l’Accademia delle Scienze incarica l’ingegnere Jean-Gaffin Gallon di riunire in una raccolta tutte le descrizioni delle macchine che ha approvato durante le sue sessioni. In totale, 6 volumi appariranno tra il 1735 e il 1754 più un postumo nel 1777. Si trova naturalmente in questo tomo anche la macchina di Pascal, ma anche quella di Lépine, di Hillerin de Boistissandeau.

In area tedesca

Sul lato “tedesco”, Jacob Leupold ha scritto un enorme lavoro di sette volumi sulle tecniche delle macchine del tempo: il Theatrum Machinarum. Nel suo ultimo volume, il “theatrum arithmetico-geometrum”, una buona parte è dedicata a metodi computazionali, strumenti e macchine aritmetiche. Troviamo la macchina Grillet, quella di Leibniz, di Poleni per esempio.
Leupold descrive anche due delle sue invenzioni, inclusa una macchina aritmetica simile nella forma alla macchina di Braun, ma con un meccanismo diverso . Non abbiamo registrazioni della sua macchina. È possibile che non abbia avuto il tempo di fabbricarlo, avendo prevalso la morte nel 1727, lo stesso anno del suo ultimo volume di Theatrum machinarum.

Altre macchine di calcolo

Qualche anno dopo, nel 1750, Vayringe costruì una macchina usando il principio dell’allenatore di Leupold. Il sistema è allo stesso tempo diverso dal cilindro Leibniz e diverso dal trainer a denti variabili trovato sulla macchina Braun. È un allenatore, chiamato “contatto intermittente”. Per riassumere, abbiamo un rack di 9 denti che si muove avanti e indietro di fronte a ciascun totalizzatore. A seconda del numero inserito dall’operatore, il rack rimarrà in marcia più o meno lungo e trasmetterà fino a 9 unità al totalizzatore.

Le calcolatrici Casio scientifiche

Si fa presto a dire calcolatrice scientifica, ma come qual è il modello più adatto alle proprie esigenze? Ecco una carrellata delle calcolatrici scientifiche Casio.

Calcolatrici tecnico-scientifiche per lo studio

Tra le calcolatrici più gettonate, per licei e università, vi sono quelle della linea Plus. Il modello più semplice è l’FX-220 che dispone di 181 funzioni, 18 livelli di parentesi, un display a due righe e un involucro rigido a scorrimento. Leggera e pratica, questa calcolatrice comprende le opzioni di permutazioni statistiche, calcolo combinatorio e deviazione standard. Nella gamma di calcolatrici Casio scientifiche adatte per lo studio, la FX-570ES si distingue per avere decisamente una marcia in più: svolge 417 tipi di calcoli differenti, dà risposte multiple, ha 24 livelli di parentesi e contiene anche i sistemi di matrici, le funzioni di potenza e di radice di potenza. Inoltre, il display Natural V.P.A.M. consente di scrivere le formule in modo testuale, ovvero come riportate sui libri. Il modello FX-991ES è molto simile a quello appena visto a parte per l’alimentazione, che è sia solare che a batteria, e la presenza di maggiori funzioni statistiche.

Calcolatrici scientifiche professionali di fascia medio/alta

Le calcolatrici Casio scientifiche pensate per usi professionali appartengono alla serie ClasscWiz e hanno tutte un display LCD ad alta risoluzione, grande più di quattro volte quello montato sui modelli della serie Plus. La FX-350EX ha 247 funzioni, il display Natural V.A.T.M., 24 livelli di parentesi e svolge calcoli di algebra lineare, trigonometria, geometria e statistica, anche a più variabili. Dispone della funzione di risposta multipla, di un coperchio rigido a scorrimento e di un’alimentazione a batteria. Il modello FX-82EX riprende gran parte delle caratteristiche del precedente, ma è integrato con maggiori funzioni di calcolo statistico, differenziale e integrale. Il display ha un menu a icone e dispone di una batteria particolarmente potente e duratura.

Il top delle calcolatrici scientifiche professionali

Pensate per chi con la matematica ci lavora quotidianamente e ad alti livelli, le calcolatrici Casio scientifiche che appartengono al top della gamma sono la FX-991EX e la programmabile FX-3650PII. La prima è una vera e propria fuoriclasse, anche nel design. Dispone di 552 funzioni di calcolo, 24 livelli di parentesi, alimentazione a batteria e solare, coperchio di protezione rigido a scorrimento e un display LCD ad altissima risoluzione. Svolge conteggi anche particolarmente complessi (ad esempio, consente di calcolare equazioni fino al 4° grado), sia matematiche che statistiche, e dispone delle principali operazioni di geometria analitica. Il modello programmabile FX-3650PII è praticamente un pc tascabile: il display è a due righe, l’inserimento avviene con modalità testuale V.A.P.M. e con aggiunta automatica delle parentesi, i passaggi memorizzabili di programmazione sono 360 e ha 8 memorie costanti. Comprende tutti i calcoli matematici, algebrici, statistici, geometrici e ha l’alimentazione solare che supporta quella a batteria.