Quando i numeri ti fanno impazzire

calcoLa matematica non sarà mai il mio mestiere, recitava così il ritornello di una famosa canzone. In effetti sono tanti ad avere difficoltà con i numeri e con i conti. Questi problemi possono essere risolti con l’utilizzo di una calcolatrice. Un’analisi un po’ più approfondita porterebbe però a pensare che sono state proprio le calcolatrici a farci perdere la capacità di far di conto. Quando la tecnologia non era in grado di mettere a nostra disposizione macchine in grado di fare i calcoli al nostro posto, dovevamo fare tutto con il nostro cervello. Le maestre poi insegnavano metodi e trucchetti per arrivare più facilmente alla soluzione di calcoli sulla carta complicatissimi.
Poi sono arrivate loro, le calcolatrici. All’inizio le usavamo solo quando i calcoli erano più complessi poi, come una droga abbiamo cominciato a usarle anche solo per fare 2+2!
Questo è accaduto per chi è un po’ più anziano. I ragazzi di oggi mancano si sognano di fare qualche conto senza usare una calcolatrice, anche perché non c’è nemmeno bisogno di averne una con se’ essendo uno degli strumenti base di un comunissimo cellulare.
Dopo questa digressione c’è da dire che le calcolatrici ci hanno comunque semplificato la vita. Ragionieri e contabili, anche se oggi possono sfruttare la potenza di calcolo di un computer, non possono fare a meno della loro fedele calcolatrice.
Che dire poi degli studenti di un liceo scientifico o di una facoltà universitaria di Matematica o di Fisica. Senza una calcolatrice scientifica programmabile sarebbero letteralmente persi alle prese con limiti, derivate, integrali  o fattoriali.
Di calcolatrici, quindi ne esistono di tantissimi tipi, da quelle per i contabili con i tasti di addizione ben evidenti e grandi e con il rotolino di carta su cui vengono stampati i numeri a quelle statistiche con all’interno la possibilità di svolgere funzioni legate al calcolo statistico per finire alle calcolatrici scientifiche, quelle che danno la possibilità di svolgere complicate funzioni matematiche.
Il prezzo delle calcolatrici oscilla tra i pochi euro di una normale calcolatrice tascabile a qualche centinaio nel caso di macchine più complesse con potenza di calcolo e memoria degne di un computer