La calcolatrice per la scuola

Uno strumento utile per la scuola

Fin da quando la calcolatrice è stata ideata, molti studenti l’hanno utilizzata per i calcoli scolastici.
Un tempo, questo strumento era semplicissimo ed eseguiva soltanto i calcoli principali, ma era pur sempre un elemento di notevole utilità.
Grazie all’evolvere della tecnologia, le calcolatrici moderne offrono molte più funzioni e ci sono modelli idonei a qualsiasi realtà scolastica.
Ci sono ancora calcolatrici di dimensioni ridotte, molto semplici e facili da trasportare negli zaini o nelle tasche e che effettuano le operazioni basilari (moltiplicazioni, divisioni, sottrazioni, addizioni e radici quadrate).
Sono calcolatrici che possono usare gli allievi delle scuole medie che non hanno l’esigenza di calcoli complicati e sono valide perché funzionano a batteria o a energia solare.
Per necessità scolastiche più complesse ci sono altre tipologie di calcolatrici che anche se più ingombranti, offrono risoluzioni eccellenti.
Le aziende, però, cercano di realizzare prodotti affidabili e con dimensioni ridotte per consentire ad ogni studente di avere uno strumento provvisto di ogni funzione e con una trasportabilità ottimale.

I vari tipi di calcolatrici per la scuola

Alcune calcolatrici per uso scolastico sono da tavolo ed hanno la facoltà di tenere la contabilità e vengono usate anche in ufficio, mentre altre sono scriventi ed hanno dimensioni medio grandi.
Queste ultime offrono allo studente, la possibilità di stampare i conteggi su un foglio fornito da un rotolino cartaceo e sono reperibili a batteria o con collegamento alla presa elettrica.
La calcolatrice più ambita è quella scientifica chiamata anche ‘finanziaria’ perché tra le varie funzioni presenta quella che riguarda l’ammortamento e il calcolo d’interesse.
E’ la calcolatrice per la scuola usata anche negli uffici, specie in quelle realtà che si occupano di contabilità e bilancio.
Un’altra calcolatrice ottima anche per uso professionale è quella grafica che serve per tracciare grafici e tabelle.
Prima di acquistare una calcolatrice che sia idonea ai propri studi, è bene soffermarsi sull’alimentazione che può essere differente.
Solitamente, le migliori calcolatrici vengono alimentate con le batterie o ad energia solare ed alcune di esse supportano entrambi le alimentazioni.

Un occhio particolare al display

Se si desidera una calcolatrice con un display ben visibile, bisogna considerare le linee che il display riesce a visualizzare.
Mentre le calcolatrici tascabili hanno una sola linea di display, quelle grafiche, scriventi e scientifiche presentano da una a tre linee.
Con una sola linea si riescono a visualizzare meglio i numeri, con due linee si possono visualizzare più valori e con tre linee, il display permette di visualizzare più valori contemporaneamente e c’è la unzione ‘cost-seller-margin’.
Un altro fattore da valutare è l’inclinazione del display che deve posizionarsi nel modo ottimale.
La calcolatrice per la scuola riesce a visualizzare fino a 12 caratteri con delle eccezioni che permettono di visualizzare anche 14 cifre.