Cosa fanno le calcolatrici scientifiche che non fanno le comuni calcolatrici

In questo articolo parleremo delle calcolatrici scientifiche e quelle comuni e quali sono le loro caratteristiche e le loro diversità.

Le calcolatrici in generale

Le calcolatrici ormai, fanno parte della vita quotidiana ed è diventata uno strumento molto diffuso.
Dobbiamo tuttavia fare un uso adeguato e intelligente delle calcolatrici, perché tante volte queste permettono di ottenere sicuramente risultati corretti, ma molte volte i passaggi eseguiti sono banali e molteplici.
Tuttavia sono essenziali per eseguire calcoli complessi in maniera quasi automatica e rapidamente confronto al metodo manuale.
Le calcolatrici ormai sono caratteristiche anche per certi mestieri, come può essere il lavoro di commessa alla cassa, in banca, un semplice contabile e la maggior parte dei lavori. Esistono diversi tipi di calcolatrici in base alle funzioni che essa svolge e in relazione al loro prezzo.

Le calcolatrici scientifiche

Le calcolatrici scientifiche, sono un tipo di calcolatrici più avanzate rispetto a quella di base e premette di svolgere calcoli, come logaritmi, funzioni trigonometriche e le sue funzioni inverse, potenze, radici quadrate, percentuali e operazioni tra parentesi tonde. questi sono calcolati, a volte, anche piuttosto complessi che richiedono tempo e competenze specifiche per essere risolte.
Un’importante problema è appunto la scelta della calcolatrice scientifica adatta che accompagnerà gli studenti dalle superiori fino all’università.
Una differenza sostanziale tra le varie calcolatrici scientifiche è la modalità di inserimento dei numeri e delle funzioni. A seconda del modello utilizzato, quindi, la formula deve essere inserita in un determinato modo.
Un’altra differenza è sicuramente il prezzo, superiore in base alle caratteristiche della calcolatrice e alle possibilità di eseguire calcoli.
Queste sono facilmente reperibili in quasi tutti i negozi e anche in siti online, che offrono molte volte offerte e sconti molto convenienti. Avere una calcolatrice scientifica è sempre utile.
Non comporta inoltre costi ulteriori a quello d’acquisto se non il cambio della batteria qualvolta questa si scaricasse.

 

Le comuni calcolatrici

Le calcolatrici comuni sono quelle che vengono usate soprattutto alle scuole medie e permettono di svolgere semplici calcoli, come addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni, divisioni, percentuali e la radice quadrata.
Queste hanno un costo notevolmente inferiore rispetto a quelle scientifiche, in quanto meno sofisticate.
Queste sono facilmente reperibili in quasi tutti i negozi e anche in siti online, che offrono molte volte offerte e sconti molto convenienti.
Non comporta inoltre costi ulteriori a quello d’acquisto se non il cambio della batteria qualvolta questa si scaricasse.
Questa tipologia di calcolatrici ha un utilizzo molto semplificato e in grado di essere utilizzato da tutti, anche se le competenze matematiche non sono eccellenti.

Scegliere la calcolatrice Casio per la scuola

In ambito scolastico, arrivati alla scuola superiore di secondo grado, bisogna dotarsi di una calcolatrice scientifica per affrontare al meglio le materie di matematica, fisica ed, eventualmente, economia. Dev’essere però una scelta ragionata: vediamo come affrontarla insieme con le calcolatrici Casio.

Perché scegliere una calcolatrice Casio

Con una vasta esperienza nel settore, dove opera da più di sessant’anni, Casio è un’azienda giapponese affidabile e avanzata dal punto di vista tecnico e tecnologico dei suoi prodotti. Con una vasta gamma di calcolatrici per tutte le esigenze, da quelle semplicissime, alle [Cas]grafiche e finanziarie, copre qualsiasi necessità e volontà. Le calcolatrici utilizzabili a scuola, di cui trattiamo ora, non comprendono però gli ultimissimi modelli di [Cas]grafiche e finanziarie, le prime perchè, in quanto mostrano anche i passaggi del calcolo, non sono accettate all’esame di maturità, le seconde perché ovviamente sono rivolte ad un pubblico specializzato extra-scolastico.

Calcolatrici Base

Valide soprattutto per le scuole elementari e medie, in quanto offrono le più basilari operazioni dall’addizione alla divisione, comprendono anche l’estrazione di radice e il calcolo percentuale. Disponibili in due modelli l’SL-450S e il PETIT-FX(LC-401LV) differiscono praticamente solo per la presenza dell’alimentazione a cellule solari, nel primo. Sono entrambi modelli disponibili in colori alquanto sgargianti, proprio per il target a cui si rivolgono.

Calcolatrici Scientifiche

Le calcolatrici scientifiche si distinguono dai modelli base per l’implementazione delle principali funzioni scientifiche, con il calcolo di frazioni, l’elevamento alla potenza n-esima, l’estrazione di n-esima radice, calcolo di funzioni trigonometriche e le loro inverse, calcolo di logaritmi e fattoriali. Ve ne sono di due tipi, con display a due linee, ovvero una in cui si immette la propria equazione e una inferiore in cui compare il risultato (modello FX-220 Plus) e con natural textbook display, dove vengono visualizzate le operazioni esattamente come scritto nel libro di testo e nel display (modelli FX-570ES Plus e FX-991ES Plus); questi ultimi due modelli differiscono principalmente per la presenza, nel primo, di alimentazione anche a celle solari, per una ricarica continua.

Calcolatrici Grafiche

Le calcolatrici grafiche Casio sono i modelli più avanzati disponibili per la scuola, solo recentemente approvate dal MIUR (Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) per il loro utilizzo nell’Esame di Stato nei licei scientifici. Oltre alle funzioni integrate nelle calcolatrici scientifiche, sono in possesso di schermi LCD veri e propri, con visualizzazione di immagini anche a colori. La peculiarità principale, però, come suggerito dal nome, è ovviamente la possibilità di rappresentare grafici 2D e 3D in base al tipo di equazione fornita. Ne sono disponibili tre modelli: il primo, l’FX-9750GII è integrato con un display monocromatico ad alto contrasto e consente di visualizzare solo grafici 2D; il secondo, l’FX-CG20 dispone di un display a colori ad alta risoluzione, anch’esso in grado di visualizzare solo grafici 2D; l’ultimo, l’FX-CG50, possiede in dotazione sempre un display a colori ad alta risoluzione, ma è l’unico che consente di visualizzare anche grafici 3D: per questo è in assoluto il modello più completo.

Scegliere la calcolatrice Sharp per la scuola

Le calcolatrici Sharp sono tra le più popolari in commercio, non a caso, per le ottime prestazioni e funzionalità che offrono. Ovviamente, visto che non possono essere utilizzate prima delle scuole superiori, andremo a trattare direttamente delle calcolatrici scientifiche.

Perché scegliere una calcolatrice Sharp

Da oltre 50 anni questa società è stata pioniera nel settore, quindi non solo ha la massima esperienza del campo, ma è anche stata l’attuatrice di molte evoluzioni che hanno portato le calcolatrici nella vita umana. Affidabile e funzionale, una calcolatrice scientifica Sharp è fatta per durare e per accompagnare lo studente in tutte le tappe del percorso dalla scuola superiore fino anche al lavoro. Dotata di numerose funzioni scientifiche, per risolvere equazioni di secondo grado, matrici, calcoli con numeri complessi e funzioni goniometriche, e della tecnologia ‘multi-line playback’ (utile perché consente di visualizzare e modificare gli ultimi 142 passaggi eseguiti). In commercio troviamo due modelli con tecnologia D.A.L., quattro con tecnologia WriteView e sono disponibili anche due modelli semplici, per i più nostalgici o con meno necessità di particolari funzioni, come quelle di una volta (comunque con un design innovativo). L’ampia gamma di scelta consente di scegliere il modello più adatto alle proprie necessità, in particolare negli ambiti della praticità e della complessità. Assolutamente imperdibili.

Le calcolatrici con tecnologia D.A.L.

Prima che venisse inventata e implementata nelle calcolatrici Sharp, nel 1992, poter inserire un’equazione era un’operazione lunga e complicata. Con questa tecnologia è possibile scrivere sul monitor un’equazione come sul testo scritto. Così divenne un’operazione naturale scrivere tutta di seguito un’intera equazione, senza doverla dividere in numerose minime operazioni. Consente però di inserire solo equazioni lineari, nel senso letterale del termine, ovvero scritte in una sola linea senza un numero variabile di ‘piani’ dettati dall’inserimento di frazioni, radici o potenze.

Le calcolatrici con tecnologia WriteView

Lo schermo LCD con tecnologia WriteView è invece la più recente innovazione nel campo delle calcolatrici scientifiche per lo studio e il lavoro, consente di fare proprio ciò che era limitato dalla sola tecnologia D.A.L.: comporre equazioni su un numero variabile di piani. Ecco che le proprie equazioni iniziano così a prendere forma sullo schermo LCD, proprio come sono scritte nei propri quaderni, con frazioni, potenze, radici, funzioni goniometriche e molto altro. Basta premere uguale, et voilà il gioco è fatto e il risultato è in sovrimpressione. Senza dover fare catene di calcoli estenuanti e rischiose, perché si rischia di fare un maggiore numero di errori e di approssimare troppo il risultato così da consegnarlo errato.