L’ordinatore di Anticitera

Nel 1900, dei pescatori di spugne scoprirono il relitto di una nave romana, a 42 metri di profondità, nei pressi della costa settentrionale dell’isola greca di Antikythera, tra Creta e del Peloponneso.

Tra le numerose statue anfore, in bronzo e in marmo, hanno riportato alla luce diversi frammenti di bronzo corroso, ricoperti di calcare e di matrice corallo, e tenuti insieme dai resti di una struttura in legno. Questa macchina consisteva di 32 elementi tra cui venti ruote dentate con cinque quadranti, e aghi mobili. Era probabilmente azionata a mano o con un sistema idraulico. Il suo funzionamento si basava sul movimento differenziale degli ingranaggi per calcolare la posizione delle stelle in una sola volta. A prima vista, sarebbe stato un meccanismo per esplorare l’ignoto.

Il montaggio è di circa 21 centimetri per 5 a 16 di spessore. Nel 1950, i lavori di restauro hanno rivelato nel loro insieme di calcare e corallo, iscrizioni e marcature che hanno permesso, dalla forma dei caratteri, ad oggi in tutto 90-80 aC, che è dell’età dei vari oggetti di uso domestico trovati tra i rottami, nonostante l’alta antichità di alcune delle statue.

dagli ingranaggi hanno pensato in un primo momento a un astrolabio banale, uno strumento utilizzato per determinare l’altezza delle stelle sopra l’orizzonte e noto fin dal II secolo aC. L’oggetto è stato preso come riferimento come ad esempio nel Museo Archeologico Nazionale. Fino al 1959 quando un fisico inglese dalla mentalità aperta e curiosa, il Dr. Solla Price, non è stato soddisfatto di questa spiegazione sommaria. Utilizzando un processo di deossidazione elettrolitica, ha portato alla luce le manopole, aghi, venti ingranaggi (taglio da lastre di bronzo di 2 mm di spessore) e il differenziale di un meccanismo estremamente complesso.
Era una macchina per fare calcoli astronomici dell’epoca detto ordinatore di Anticitera.

I vari modelli di calcolatrici scientifiche

Le calcolatrici scientifiche non sono riservate alle scuole superiori e università. Infatti, alcuni esami o concorsi di istruzione superiore proibiscono di usare i calcolatori programmabili. I Produttori pertanto forniscono diversi modelli adattati ai vari livelli con funzioni differenti. Ciò che è meno noto è lo scopo del risparmio sui costi di produzione, e spesso utilizzano questi calcolatori madri e stesse carte identiche ROM. La ROM contiene firmware ognuno con diverse caratteristiche dei diversi modelli, ed è un semplice interruttore, più o meno materializzato sulla scheda madre che può dire ciò che la calcolatrice ha come lancio del firmware. Ad esempio, per organizzare una voce di calcolatrice scientifica come la Casio FX-92 Collegio 2D, è possibile trasformarla in un high-end calcolatrice scientifica FX-500ES, per aggiungere i numeri gestione ricerca polinomi complessi radici del 2 ° e 3 ° gradi basi conversioni statistiche di regressione esponenziale, logaritmica, parabolica.

Negli anni ’90, un quarto produttore era presente nel negozio accanto alle calcolatrici scientifiche e grafiche TI, Casio e HP, ovvero il produttore Sharp. Per qualsiasi motivo, a quanto pare per distribuire più i prodotti Sharp offre ora solo piccole calcolatrici scientifiche e non la calcolatrice grafica, e che questi modelli sono ancora presenti in altri paesi. Troviamo nella stessa gamma di Sharp calcolatrici scientifiche con i modelli di livello universitario e istruzione superiore, con lo stesso tipo di sviluppi tecnologici rispetto alla concorrenza. Gli ultimi modelli offrono anche loro un tale display a matrice per la visualizzazione di tecnologia di scrittura naturale chiamato WriteView contro MultiView o MathPrint a TI.

Calcolatrici Casio e Sharp a confronto

Ogni uso una calcolatrice differente

Scegliere una calcolatrice può sembrare una cosa semplice ma non è esattamente così. Quale calcolatrice si può scegliere per la scuola, quale per il lavoro e quale per la vita quotidiana? Può sembrare una domanda banale ma in realtà ogni calcolatrice ha diverse funzioni a seconda del suo utilizzo. Tra le migliori calcolatrici sul mercato troviamo le calcolatrici Sharp e Casio. Le calcolatrici Casio sono state tra le prime ad essere messe in circolazione ma le calcolatrici Sharp hanno sempre tenuto testa alla prima marca, grazie alle loro continue innovazioni.
Se la scelta ricade su una calcolatrice ad uno scolastico, va da se che è necessario che sia tascabile e resistente ad eventuali urti. Le calcolatrici Sharp hanno da sempre le caratteristiche di un prodotto dal formato pratico e maneggevole, al contrario delle calcolatrici Casio che hanno incarnato, sin dalla nascita, prodotti dal design differenziato, con tonalità diverse e formati differenti.

Professionalità ed efficienza

Nell’ambito lavorativo, entrambe le marche rappresentano l’eccellenza nell’adeguarsi alle singole necessità a seconda del settore lavorativo. Le calcolatrici Sharp sono disponibili in vari modelli specifici per alcuni corsi di studio e per differenti professionisti. Ma anche le calcolatrici Casio raggiungono ottimi livelli di efficienza e professionalità. Entrambe le marche mettono a disposizione diversi prodotti, ognuno con funzionalità diverse a seconda del settore lavorativo in cui vengono impiegati. Si possono trovare calcolatrici scientifiche, calcolatrici grafiche ed addirittura calcolatrici con funzioni finanziarie, che permettono cioè di trovare statistiche che se calcolate a mente porterebbero via ore e ore di prezioso lavoro.

Design accattivanti e rispetto ambientale

Sia le calcolatrici Casio che le calcolatrici Sharp si sono evolute non solo verso una maggior funzionalità ma anche verso una particolare attenzione al design e al rispetto ambientale. Entrambe hanno optato per una presa più ergonomica, adatta ad ogni tipo di esigenza. Ancora più importante è la creazione di modelli impermeabili sia all’acqua che alla polvere, necessari in quegli ambienti di lavoro dove una calcolatrice normale rischierebbe di rovinarsi o, addirittura, di rompersi.
Le calcolatrici Casio eccellono nel rispetto ambientale, come pure le calcolatrici Sharp che utilizzano materiali quasi interamente riciclabili, con un’attenzione particolare alle modalità di alimentazione del prodotto.
Risulta davvero complesso fare un confronto e trovare differenze tra le calcolatrici Casio e le calcolatrici Sharp in quanto, grazie alla loro esperienza e alla loro continua innovazione, hanno quasi raggiunto la perfezione e l’eccellenza. Non resta che scegliere di che tipo di calcolatrice si necessiti e lasciarsi guidare anche dalla modalità in cui si presentano i prodotti. Un design accattivante fa sicuramente la sua parte.